Brozovic, a breve il nuovo contratto. Via le preoccupazioni e chiusura del cerchio con il Sassuolo

Brozovic, a breve il nuovo contratto. Via le preoccupazioni e chiusura del cerchio con il Sassuolo

Ottobre 10, 2017 0 Di Cb2hce5UsP

Manca poco per la discussione del nuovo contratto per il centrocampista croato. Ora gli tocca la sfida contro l’avversario che incontrò al debutto in nerazzurro. Ora per lui c’è bisogno di ritrovarsi come gioco e come serenità dopo la sostituzione contro lo Shakhtar e la polemica nata.

Reggio Emilia, la tappa che deve portare una ripartenza di slancio, il luogo dove nel 1 febbraio 2015 tutto ebbe inizio. Brozovic debuttò con la maglia dell’Inter in questo stadio dove torna e lo fece appena messo piede a Milano. Oggi può vantare 250 presenze ed è un pilastro ma si trova in questo momento della sua carriera ad una biforcazione.

Ha la possibilità di continuare la sua strada con l’Inter, una strada idilliaca da tre anni o andare incontro ad una nuova e sconosciuta realtà. Tra nove mesi c’è la scadenza del contratto ma sia lui che il club sembrano propensi a prolungare la collaborazione.

Mese decisivo questo e il croato deve anche togliersi di dosso la tensione, la stanchezza e la fatica che lo stanno condizionando. Stiamo parlando di campioni e di campionato e ci viene in mente il sito www.20betitalia.info per le scommesse online.

Prestazione opaca e fiato corto

In molti hanno notato il gesto stizzoso fatto dal giocatore quando è uscito al 55’ dal campo nella sfida contro gli ucraini. Non c’è stata nel gesto dell’insofferenza anche perché è sempre stato presente e le sostituzioni che ha subito sono state necessarie per permettergli di tirare il fiato.

Il centrocampista ha dato più che altro dimostrazione di una rabbia e delusione dovute alla sua prestazione poco brillante. Anche con l’Atalanta non ha dato il massimo e sicuramente è dovuto al grande lavoro del periodo a causa degli straordinari per il club e per la Nazionale.

Inzaghi si è trovato costretto a sostituirlo tre volte su sei dopo l’inizio del mese con le qualifiche dei mondiali anche se da sempre lo ritiene “insostituibile”. Il tecnico ha capito che al croato necessita ricaricare le pile così cerca di utilizzarlo con parsimonia. Nel centrocampo ci sono due figure alle quali l’Inter non può rinunciare e sono lui e Barella. A Reggio Emilia dal primo minuto potremo vedere in campo Brozo in modo da recuperare prima della nazionale.

Il futuro ha il suo peso

Un peso importante è dato dal suo aspetto mentale in questo momento. Il suo contratto tra nove mesi scade e lui si ritrova da gennaio a poter trattare con chiunque. Un grosso pensiero e per questo non vede l’ora di parlare con la dirigenza nerazzurra intorno ad un tavolo.

Dovremo essere arrivati alla decisione perché dopo il mese di settembre con il mancato incontro ottobre appare un buon mese per definire l’accordo desiderato da entrambi. L’ingaggio attuale di Brozovic è di 3,5 milioni netti ma lui vorrebbe raddoppiare la cifra. La dirigenza nerazzurra è disposta a salire portandolo a 5 milioni importo preso da Calhanoglu.

Non sembrano distanti con le idee ma finchè non ci sarà un faccia a faccia non si metterà nero su bianco un accordo da entrambi condiviso. In attesa di ciò va superato l’ostacolo posto dagli emiliani e chiudere positivamente il cerchio che sei anni fa si aprì con una sconfitta per 3-1.